La desolazione del Canetti

Il cantiere è bloccato. E due amici dello storico ritrovo di Locarno lanciano un appello: "Riapriamolo per il Festival"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La domanda di costruzione stagna da tempo. E su questo fronte "non c'è nessuna novità", ci ha confermato venerdì il sindaco Alain Scherrer. Il cantiere resta insomma bloccato dai ricorsi. E potrebbe restare così per parecchio tempo ancora. Magari per anni.

 

Chi ci passa davanti vede una ramina. Triste. Quello che resta della terrazza del bar. Il piazzale, dove ormai regnano le erbacce e le pozze. Desolante. Ed in pieno centro città. In una delle vie di maggior transito, per recarsi in Piazza Grande.

Due amici dello storico ritrovo di Locarno, due che ci sono cresciuti e che ancora lo portano nel cuore, Giuseppe De Giacomini e Umberto De Martino, lanciano dunque un appello: "Riapriamo il Canetti per il Festival. Sarebbe auspicabile. Intelligente".

Joe Pieracci

 

www.rsi.ch/cinema

 

 

Condividi