Il regista Spike Lee
Il regista Spike Lee (Reuters)

"Oscar troppo bianchi"

Il regista Spike Lee eviterà la cerimonia poiché a suo avviso gli attori di colore sono discriminati

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Spike Lee non andrà alla cerimonia degli Oscar il mese prossimo. L'annuncio è stato fatto dallo stesso regista di Brooklyn lunedì su Instagram, denunciando la mancanza di diversità tra gli attori candidati a una statuetta. Lee ha approfittato del fatto che oggi, 18 gennaio, è il giorno in cui si festeggia il compleanno di Martin Luther King, leader dei diritti civili, per mettere in evidenza che gli Oscar sono ancora "troppo bianchi".

 

#OscarsSoWhite... Again. I Would Like To Thank President Cheryl Boone Isaacs And The Board Of… https://t.co/584WXHYutt

— Spike Lee (@SpikeLee) 18 Gennaio 2016

Lee si è detto perplesso per il fatto che per il secondo anno consecutivo tutti i candidati nella la categoria "attori" sono bianchi, per tacere degli altri settori. Lee ha detto di aver trovato strano che siano stati nominati "quaranta attori bianchi in due anni e nessuna diversità" e chiedendosi poi se "forse la gente di colore non è più in grado di recitare? Che cavolo".

Quella sollevata dal regista in realtà è l'ultima di una serie di polemiche che esprime malcontento in un anno in cui non è stato nominato neanche un candidato di colore. Il malcontento è esploso pure su Twitter dove l'hashtag #OscarsSoWhite è diventato uno dei più popolari.

ATS/AFP/Reuters

Dal TG12.30:

Oscar "troppo bianchi"

Oscar "troppo bianchi"

TG 12:30 di martedì 19.01.2016

Condividi