Il "Trionfo" come lo voleva Christo

Pronta per essere ultimata, l'opera impacchettata sarà visibile al pubblico di Parigi dal 18 settembre al 3 ottobre

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Tutto è (quasi) pronto per uno degli eventi più attesi di questo autunno: l'impacchettamento dell'Arco di Trionfo di Parigi (basato su un'idea dell'artista bulgaro Christo, scomparso il 31 maggio 2020). L'opera sarà visibile al pubblico per 16 giorni, dal 18 settembre al 3 ottobre.

L'Arco di Trionfo è attualmente circondato da impalcature e dispositivi di protezione per garantire l'integrità del monumento durante il processo di imballaggio, che richiederà un totale di 25'000 metri quadri di tessuto riciclabile in polipropilene blu-argento e 3'000 metri di corda rossa.

Tre squadre stanno lavorando giorno e notte sul monumento, alto 50 metri. L'imballaggio dell'Arco è un omaggio alla coppia di artisti Christo (Christo Javašev) e Jeanne-Claude (Jeanne-Claude Denat de Guillebon, scomparsa il 18 novembre 2009), che sognarono di realizzare il progetto per decenni.

Come previsto dalla coppia, il costo dell'installazione (14 milioni di euro) è stato autofinanziato dalla Fondazione Christo.

 
EBU/FRFT - FRANCE TÉLÉVISION/M. Ang.
Condividi