Una cartolina dalla Prima guerra mondiale
Una cartolina dalla Prima guerra mondiale (keystone)

Mostra sulla Grande Guerra

L'esposizione che si tiene a Berna si focalizza sul rischio di spaccatura della Svizzera tra il 1914 e il 1918

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Durante la Prima Guerra mondiale (1914-1918) la Svizzera fu messa in ginocchio da forti tensioni interne dovute a una massiccia propaganda nazionale ed estera. L'esposizione “Sotto il fuoco della propaganda. La Svizzera e la prima Guerra mondiale” illustra la spaccatura tra Svizzera romanda e Svizzera tedesca.

Una parte dell'esposizione
Una parte dell'esposizione (Foto Museo nazionale)

Benché la Svizzera non sia direttamente in conflitto, è anch'essa in stato di guerra. È mobilitato l'esercito, sono occupate le frontiere e il Consiglio federale dichiara la neutralità. Il Paese si spacca in due: da un lato una maggioranza della Svizzera tedesca che simpatizza con la Germania e l'Austria-Ungheria, dall'altro la Svizzera romanda principalmente vicina alla Francia e ai suoi alleati.

Una parte dell'esposizione
Una parte dell'esposizione (foto Museo nazionale)

L'esposizione sarà aperta al pubblico da giovedì fino al 9 novembre presso il Museo della comunicazione e alla Biblioteca nazionale svizzera a Berna. Si tratta della prima mostra collaborativa delle due istituzioni. I circa duecento documenti presentati, salvo alcune eccezioni, provengono dalle collezioni delle due istituzioni e sono quasi tutti originali. Si tratta di giornali, riviste, manifesti,  cartoline, fotografie, grafici, volantini, dispacci, manoscritti, libri e film.

Red.MM/ATS/Swing

Condividi