Scoperta inattesa a Neuchâtel

I restauri alla Collegiata hanno fatto emergere trenta corpi sepolti sotto il pavimento prima della costruzione della chiesa risalente al XII secolo

I lavori di restauro della Collegiata di Neuchâtel avviati nel 2008 hanno portato alla scoperta di una trentina di tombe. Una sorpresa per gli archeologi che non si aspettavano tali ritrovamenti. Le decine di scheletri forniranno informazioni su malattie, carenze alimentari e caratteristiche fisiche di diversi periodi. Questi dati non sono però rappresentativi dell'insieme della popolazione.

La sepoltura dei corpi all'interno delle chiese, in terra consacrata, era una pratica riservata alle persone privilegiate. Il ritrovamento contribuirà anche alla conoscenza dell'evoluzione delle pratiche funerarie a Neuchâtel.

Alcuni corpi sono stati interrati prima della costruzione della chiesa, risalente al XII secolo. La maggior parte degli scheletri sarà nuovamente interrata prima del rifacimento del pavimento che concluderà i restauri del complesso che si trova nelle mura del castello. Parallelamente al cantiere, in primavera, a nord del chiostro, verrà costruita una passerella che offrirà una vista senza pari sulla città e sul lago.

MarJa/ATS
Condividi