ICub, il robot "empatico"

E' un androide che, se si indossa uno speciale abito, può comprendere i nostri sforzi e aiutarci meglio nei movimenti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Scienziati italiani stanno sviluppando a Genova robot umanoidi in grado di osservare e imparare dal comportamento umano. Questi androidi possono quindi collaborare con gli umani in una serie di settori. Il “progetto Andy” consente ai robot di prendere coscienza delle azioni umane, aprendo la strada alla collaborazione uomo-robot nella produzione, nell'assistenza sanitaria e nella vita quotidiana.

“Oltre alla vista e al tatto – spiega Daniele Pucci dell’Istituto Italiano di tecnologia - il robot può 'sentire' i movimenti dell’essere umano attraverso uno speciale abito high-tech munito di sensori”.  Un algoritmo calcola poi l’intensità degli sforzi, e si prevede che in futuro l’androide potrà prevedere i nostri movimenti aiutandoci ad eseguire azioni comuni.

Un'altra caratteristica in fase di sviluppo è la capacità di registrare informazioni aggiuntive, come il riconoscimento di un nuovo oggetto, attraverso istruzioni vocali, senza l'intervento diretto di un programmatore.

EBU/Bleff

Condividi