Una tecnologia che fa paura (©Keystone)

In piazza contro il 5G

Circa 2000 persone hanno partecipato sabato a manifestazioni di protesta a Berna e Ginevra

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Circa 2000 persone in totale hanno partecipato sabato a due manifestazioni, una a Ginevra e l'altra a Berna, contro la tecnologia 5G. I partecipanti temono che la nuova rete di telefonia mobile metta in pericolo la salute delle persone e sia dannosa per il clima.

Il raduno fa parte di una giornata internazionale di protesta, secondo le associazioni "Schutz vor Strahlung" e Stop5Ginternational.org. A detta di queste, erano in agenda azioni simili in 33 Paesi.

Secondo i critici della nuova tecnologia, il 5G significa una maggiore esposizione alle radiazioni elettromagnetiche per l'uomo, gli animali e l'ambiente. Anche al di sotto dei limiti legali, la telefonia mobile è dannosa per la salute delle persone. Ma il 5G è anche dannoso per il clima, perché causerà un ulteriore aumento del consumo di energia.

I dimostranti hanno chiesto uno stop all'introduzione della rete 5G. Prima di tutto, hanno detto, si deve esaminare come le persone possano essere meglio protette

Condividi