La rottura del Perito Moreno

Spettacolare fenomeno naturale nel ghiacciao più famoso della Patagonia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Perito Moreno è uno dei luoghi più belli del pianeta, nella Patagonia argentina e quando "si rompe", come è successo giovedì, offre uno spettacolo naturale impressionante.

Il ghiacciaio, formandosi nel blocco "Patagonico Sur" in Cile, si estende fino al Lago Argentino dove presenta un fronte di 5 chilometri e 60 metri d’altezza che avanza di circa 2 metri al giorno. La crescita della lingua provoca la formazione di una barriera naturale che separa in due l'acqua e genera una specie di ponte, alto 60 metri e largo 250. Col tempo le infiltrazioni provocano il cedimento dell'arco di ghiaccio.

Il fenomeno, avviene a distanza di 3-4 anni, ha grande impatto. Richiama frotte di turisti (stavolta ce n'erano 4'000) e viene ripreso dal vivo dai canali televisivi argentini e trasmesso poi in tutto il mondo.

 

Crollato il ponte, dopo una serie di assestamenti, il ghiacciaio (al quale si può accedere con facilità, grazie a passerelle e scale di legno) ha perso la sua lingua. Poi prende il via un nuovo ciclo espansivo che prosegue fino al prossimo crollo.

Tra i tanti ghiacciai della Patagonia il Perito Moreno è quello che soffre di meno le conseguenze del cambio climatico. Il ghiacciaio Grey, nel Parco Torres del Paine in Cile, invece s'accorcia di 100-130 metri l'anno. 

Emiliano Guanella

Condividi