Le prime rocce da un altro pianeta

I campioni prelevati dal rover Perserverance, soprannominati Montdenier e Montagnac, raggiungeranno la Terra nel 2030. Sarà una prima nella storia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le prime due rocce prelevate sul pianeta rosso dal rover Perseverance della Nasa e destinate ad arrivare sulla Terra dopo il 2030, grazie alle missioni del programma Mars Sample Return (Msr), potrebbero raccontare se Marte abbia mai potuto ospitare la vita.

Montdenier e Montagnac sono i nomi assegnati ai due campioni di roccia, sottili come una matita e lunghi circa sei centimetri. Sono stati prelevati dalla piccola roccia chiamata Rochette e le caratteristiche di entrambe indicano che sono state a contatto con l'acqua per un lungo periodo, rafforzando in questo modo l'ipotesi che molto tempo fa il pianeta rosso possa avere ospitato forme di vita.

Entrambi i campioni adesso sono custoditi nei contenitori che Perseverance continua a trasportare al suo interno e che in futuro radunerà in un sito vicino al suo campo d'azione. Da lì saranno prelevati dalla prima missione del programma Msr, promosso dalla Nasa e dall'Agenzia Spaziale Europea.

EBU, Bleff
Condividi