Una cosa sola...
Una cosa sola... (©Ti-Press)

Quando il cane... è nel DNA

Ricercatori svedesi hanno scoperto che il rapporto tra uomo e animale è fortemente influenzato dal nostro corredo genetico

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Ricercatori dell’università svedese di Uppsala hanno scoperto che la scelta di avere un cane è fortemente influenzata dal corredo genetico dell’uomo. In altre parole, il fatto di preferire questo tipo di animale ad un altro sarebbe una “questione di DNA”.

Stando a quanto pubblicato venerdì sulla rivista Scientific reports, gli esperti hanno analizzato oltre 35'000 coppie di gemelli. Mettendo a confronto la loro composizione genetica, hanno cercato di comprendere se vi fosse o meno una componente ereditabile nella scelta del proprio compagno a quattro zampe.

"Con sorpresa abbiamo constatato che il DNA influisce in modo significativo sulla decisione di avere un cane", ha dichiarato Tove Fall, coordinatore dello studio, che ha aggiunto: "L’analisi dei gemelli è un metodo noto per distinguere tra le influenze dell'ambiente e dei geni sulla nostra biologia. In questo caso, abbiamo visto che il tasso di concordanza sulla scelta di avere un cane è maggiore nei gemelli omozigoti che in quelli eterozigoti (che condividono solo il 50% del corredo genetico), supportando l'idea che la genetica abbia quindi un ruolo importante in questo caso".

ATS/bin
Condividi