Sbiancano anche i coralli del sud

La barriera corallina sull'isola Lord Howe, a 600 km al largo di Sydney, soffre le elevate temperature dell'estate australe

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

I coralli dell’estremo sud del Pianeta soffrono di… sbiancamento dovuto alle alte temperature registrate durante l’estate australe. Lo riferiscono alcuni ricercatori australiani che mettono di nuovo in guardia sui danni provocati dal riscaldamento globale della Terra.

I coralli a largo di Lord Howe Island, un'isola situata a circa 600 km al largo di Sydney, erano finora stati risparmiati dai fenomeni di sbiancamento del 2016 e del 2017. Negli ultimi mesi anche questi coralli sono stati colpiti dal fenomeno.

Lo sbiancamento è fondamentalmente uno stato di deperimento del corallo che si traduce in una perdita di colore. Generalmente il fenomeno è provocato dall’aumento delle temperature dell’acqua che provoca una sorta di espulsione delle alghe che sono parte integrante nella nutrizione corallina e che ne danno la tipica colorazione rosa. Le barriere coralline possono recuperare il loro tipico aspetto se le temperature delle acque diminuiscono, ma se il fenomeno del surriscaldamento persiste per lungo tempo, i coralli rischiano di morire.

ATS/AFP/Swing

Condividi