Più sicurezza ad alta quota
Più sicurezza ad alta quota (keystone)

Telemedicina d'alta quota

Sviluppata in Vallese un'applicazione per Smartphone per gli alpinisti e dedicata alla cura dei malesseri dovuti all'altitudine

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Gli alpinisti possono beneficiare di prestazioni di telemedicina. Un’apposita applicazione per Smartphone è infatti stata sviluppata in Vallese nel quadro di un progetto europeo. L’App è attualmente in fase di test. I risultati saranno presentati a fine anno, ha specificato Alexandre Cotting, responsabile del progetto dell’Alta scuola specializzata dalla Svizzera occidentale (HES-SO).

Due istituti dell’ateneo si sono occupati dello sviluppo dell’applicazione. Il contenuto scientifico è stato realizzato dal Gruppo interventi medici in alta montagna (GRIMM). Il software dovrà individuare l’insorgere di problemi sanitari legati all’altitudine.

In particolare, l’alpinista potrà, grazie ad alcune domande formulate dall’App, ottenere una diagnosi immediata sull’insorgenza di problemi di salute ad alta quota e sulle operazioni da seguire. Inoltre è possibile segnalare i sintomi  direttamente ad un medico. Infine è disponibile un consulto direttamente in una delle sei capanne vallesane che fanno parte del progetto.

ATS/Swing

Condividi