Il pericoloso tarlo asiatico del fusto
Il pericoloso tarlo asiatico del fusto (UFAM)

Svizzera infestata dal tarlo asiatico

Questo coleottero può causare danni ingenti agli alberi e alle foreste, ed è importante segnalarlo e combatterlo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Nuova grande infestazione in Svizzera del temibile tarlo asiatico del fusto. È stata scoperta nel comune di Zell, nel canton Lucerna.

Questo coleottero può causare danni ingenti agli alberi e alle foreste, ed è importante segnalarlo e combatterlo, sottolinea l'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) in una nota odierna.

Di colore nero, ricoperto da macchie chiare e lungo dai 2,5 ai 3,5 centimetri senza antenne, Anoplophora glabripennis infesta arbusti e latifoglie come aceri, betulle, ippocastani o salici. Può causare la morte delle piante e degli arbusti infestati nel giro di pochi anni e, di conseguenza, gravi danni ecologici ed economici.

Nel caso in questione, Lucerna ha finora abbattuto circa 180 alberi: 75 erano stati infestati in modo evidente dal coleottero, mentre è stato necessario abbattere gli altri per precauzione. Il legno è stato triturato e poi incenerito in un impianto per la produzione di energia.

 
Condividi