Un abbraccio che vale una vittoria
Un abbraccio che vale una vittoria (Ti-Press)

Gara-3 è bianconera, il Lugano si rilancia

Zurigo sconfitto alla Resega e scarto nella serie di finale dimezzato

Il Lugano ha ancora la sua da dire nella finale dei playoff che lo vede opposto allo Zurigo. Battendo, grazie ad un'ottima prestazione, i Lions per 3-0 alla Resega in gara-3 i bianconeri hanno accorciato sull'1-2 nella serie, ma soprattutto hanno acquisito ulteriore fiducia nei propri mezzi, rilanciandosi decisamente nella corsa al titolo.

La prima occasione dell'incontro l'ha avuta Fazzini, ma la conclusione del numero 17 ha solo sfiorato la gabbia dei Lions. Lions che 5' più tardi hanno centrato in pieno, con Suter, il palo alla destra di Merzlikins. Il gol mancato dagli ospiti non ha spaventato i padroni di casa, che hanno continuato a creare gioco e che al 18'24" sono meritatamente passati in vantaggio in superiorità numerica con una sventola al volo di Sannitz su splendido assist di Hofmann.

Al 22'40" un altro bellissimo passaggio, stavolta di Morini, ha permesso a Bertaggia di involarsi solo verso Flüeler: a differenza di gara-2, l'attaccante ticinese non ha sbagliato e per la prima volta nella serie una delle due squadre si è trovata con più di una rete di vantaggio. Con il passare dei minuti la pressione dello Zurigo è diventata sempre più asfissiante, ma davanti lo ZSC si è trovato un muro di nome Merzlikins. Il portiere bianconero ha sfoderato una lunga serie di grandi interventi, compreso un miracolo su Kenins a pochi secondi dalla fine del secondo tempo.

A far esplodere per la terza volta una caldissima Resega, dopo un'altra grande parata di Merzlikins, è stato Hofmann, prontissimo al 44'24" a sfruttare un puck non trattenuto da Flüeler su un gran tiro di Wellinger. Le ultime speranze dei Lions di rientrare si sono spente nuovamente sul palo destro della porta bianconera, colpito da Kenins. Poi è stata festa per tutti, in particolare per l'estremo difensore bianconero, al suo primo shutout in questi playoff.

 
Condividi