Il trascinatore degli ZSC Lions, reduce da una stagione formidabile
Il trascinatore degli ZSC Lions, reduce da una stagione formidabile (Keystone)

Svizzero e top scorer di NL, un binomio difficile

Lindemann, Brunner e Suter sono gli unici tre ad esservi riusciti negli ultimi 40 anni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Cos'hanno in comune Guido Lindemann, Damien Brunner e Pius Suter, oltre alla passione smisurata per l'hockey? I tre, per quanto attiene agli ultimi 40 anni, sono gli unici giocatori rossocrociati ad aver impresso il proprio nome sul titolo di top scorer del massimo campionato svizzero. Un'impresa non da niente, e che la nostra Lega ha voluto celebrare riunendo i diretti interessati in un'apposita videoconferenza.

Sulle prime ero soltanto felice di poter mettere il casco giallo Pius Suter

"All'inizio pensavo fossero solo un paio di partite andate bene - ha esordito lo zurighese Suter, dominatore della stagione ormai archiviata - e verso fine campionato non sapevo di essere il migliore in assoluto. Naturalmente è una sensazione molto bella, pur non essendo abituato ad avere tutte queste attenzioni attorno a me". Sulla stessa lunghezza d'onda l'ex bianconero Brunner, miglior marcatore della regular season 2011-12: "Rapidamente si è tematizzato nella stampa che il digiuno durava da 30 anni, dai tempi di Guido, e il fatto che alla fine ce la feci davanti ad un altro giocatore di casa, Julien Sprunger, rese tutto più speciale".

Conoscendo di persona Lindemann pensavo che avremmo potuto scherzarci su davanti a qualche digestivo Damien Brunner

Chiusura infine con il precursore Lindemann, capace dell'exploit a due riprese (1980-81 e 1981-82) e sempre con la maglia dell'Arosa: "Mi congratulo con Pius e Damien, in quanto oggigiorno non è per nulla facile primeggiare sui tanti stranieri forti. All'epoca l'impresa non era così pubblicizzata, non avvertivamo su di noi gli occhi della NHL".

 
Condividi