(iStock)

Prova bikini? No, grazie

Impariamo ad amarci

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le vacanze si avvicinano, tutti pronti a partire. La paura di non essere abbastanza in forma, la voglia di trovare soluzioni veloci per rimediare. Solito scenario. Quest’anno, non cascateci!

Lo so io, lo sapete voi, è stato studiato: le diete non funzionano. O meglio, funzionano nel breve termine, finché le seguiamo, ma nel lungo termine falliscono per un motivo fondamentale: si basano sulla restrizione, sulla privazione e sul giudizio di sé. Le diete tradizionali sottopongono a stress sia fisico che mentale e la conseguenza è spesso quella di riprendere i chili persi.

L'alternativa? Imparare a volersi bene, ad amarsi. Concetto un po’ inflazionato, sarebbe da dire. Volersi bene non significa concedersi massaggi, lunghi bagni caldi a lume di candela o esperienze costose; bensì, prendersi cura di sé stessi è sinonimo di proteggersi. Volersi bene significa curare il proprio stile di vita, e scegliere di mangiare in armonia con il proprio corpo, trattandolo con gentilezza. Significa cercare un equilibrio alimentare flessibile. Significa prendersi il tempo per cucinare, preparando pasti buoni e nutrienti. Significa prediligere quegli alimenti che condizionano positivamente l’espressione del nostro patrimonio genetico. L’invito è quindi quello di andare oltre il conteggio calorico o le soluzioni miracolose e sviluppare una consapevolezza alimentare che ci permetta di nutrirci in modo corretto senza rigidità eccessive.

Piccoli cambiamenti sostenibili o upgrade alimentari possono migliorare notevolmente il nostro benessere e la qualità della tua vita. Forse così i risultati non saranno istantanei ma arriveranno e, una volta aperta la porticina della consapevolezza, non ci sarà ritorno.

E nel frattempo? Chissà che quest’estate non si riesca ad accettarsi così come siamo: senza filtri, magari con qualche rotolino in più o un filo di cellulite. Belle, ma soprattutto autentiche, nella nostra unicità.

Chiara Jasson
Condividi