Economia e Finanza

Orologi, export svizzero cresce a ottobre

Le consegne all’estero sono progredite di oltre il 5% il mese scorso, confermando un trend positivo - È invece in discesa il commercio estero

  • 21 November 2023, 10:37
  • 21 November 2023, 11:58
  • INFO
Il settore orologiero è in ripresa nelle vendite all'estero, Cina soprattutto

Il settore orologiero è in ripresa nelle vendite all'estero, Cina soprattutto

  • Reuters
Di: ATS/EnCa

Le esportazioni di orologi svizzeri all’estero sono aumentate in ottobre, confermando il trend in atto da agosto. Lo scorso mese l’industria ha esportato l’equivalente di 2,4 miliardi di franchi, il 5,1% in più su base annua. “La crescita delle esportazioni di orologi svizzeri in ottobre è rimasta vicina a quella registrata in agosto e settembre”, ha comunicato martedì la Federazione dell’industria orologiera svizzera (FH).

Il tasso di crescita si è stabilizzato “a un livello meno sostenuto ma comunque significativo rispetto alla prima metà dell’anno”, si sottolinea nella nota. Il risultato dei primi dieci mesi di quest’anno è aumentato dell’8,3% rispetto al 2022. Gli Stati Uniti, prima destinazione degli orologi svizzeri, hanno registrato una crescita identica alla media mondiale (+5%).

La Cina è aumentata di quasi un quarto, beneficiando “dell’effetto base favorevole previsto per l’intero quarto trimestre”. Hong Kong ha continuato a recuperare terreno (+17,4%). La flessione del Giappone (-2,7%) e di Singapore (-9,8%) ha messo questi mercati ai margini degli altri asiatici.

Registra una flessione il commercio estero

I buoni risultati commerciali dell’orologeria sono in controtendenza rispetto all’andamento del commercio estero elvetico, che ha mostrato un calo il mese scorso, con le esportazioni in ribasso del 10,7% rispetto a settembre, per un importo di 21,33 miliardi di franchi. Infatti, dopo due mesi di forte crescita, l’economia svizzera nel mese di ottobre ha diminuito significativamente le esportazioni. Il motivo è da cercare nel settore farmaceutico. Le esportazioni di veicoli e strumenti di precisione sono invece aumentate.

Il mese di ottobre ha registrato un calo anche nelle importazioni, che sono scese del 4,9% (3,1% in termini reali), attestandosi a 17,93 miliardi. Di conseguenza, l’eccedenza è scesa a 3,40 miliardi di franchi dai 5,02 miliardi di settembre. L’andamento delle vendite per regione delinea un quadro altrettanto negativo. In tutte e tre le principali aree economiche sono state vendute meno merci. Il calo maggiore è stato registrato in Nord America (-14,1%), seguito da Asia (-6,9%) ed Europa (-5,3%).

Notiziario delle 11:00 del 21.11.2023

  • 21.11.2023
  • 10:30

Correlati

Ti potrebbe interessare