Mondo

A Beirut si continua a scavare

Mancano all'appello ancora 60 persone dopo l'esplosione che ha fatto 154 morti - Si moltiplicano gli aiuti internazionali

  • 8 agosto 2020, 11:55
  • 10 giugno 2023, 03:29

Notiziario delle 10.00 del 08.08.2020

RSI Mondo 08.08.2020, 12:12

  • keystone
Di: ATS/Reuters/sf

Sono 60 le persone ancora date per disperse dopo l'esplosione che ha fatto 154 morti a Beirut, 25 dei quali non sono ancora stati identificati, secondo il bilancio fornito dal ministero della sanità. I feriti sono più di 5'000 di cui 120 in condizioni critiche, mentre gli sfollati sono 300'000.

Libano, tre giorni dopo l'esplosione

Telegiornale 07.08.2020, 22:00

Per fare fronte all'emergenza si moltiplicano gli aiuti internazionali. La Svizzera, già presente da giovedì con una squadra di specialisti, ha inviato un secondo gruppo di soccorritori nella città, che affiancano personale locale, tedesco, francese e russo.

La Lega Araba si sta pure mobilitando per sostenere il Paese e aiutarlo nelle indagini per fare chiarezza sull'esplosione. Gli Stati Uniti hanno annunciato l'invio di di personale specializzato e di tre aerei carichi di medicinali e viveri.

Ti potrebbe interessare