Mondo

I servizi segreti russi dietro le “stelle di David” a Parigi

L’operazione, messa in atto a fine ottobre dopo lo scoppio del conflitto tra Israele e Hamas, sarebbe stata orchestrata dall’FSB - Arrestata una coppia di moldavi

  • 23 febbraio, 17:01
  • 23 febbraio, 17:05
  • INFO
  • HAMAS ISRAELE
2023-10-31T160215Z_124982715_RC2O34AFJK8O_RTRMADP_3_ISRAEL-PALESTINIANS-FRANCE-GRAFFITI.JPG

Le "Stelle di Davide" comparse sui muri di Parigi alla fine dello scorso ottobre

  • Reuters
Di: AFP/Spi

Le stelle di David sprayate sugli edifici della regione di Parigi alla fine di ottobre, nel bel mezzo del conflitto tra Israele e Hamas, sarebbero riconducibili a un’operazione orchestrata dai servizi di sicurezza russi (FSB), ha dichiarato venerdì una fonte vicina alla questione, confermando una rivelazione di Le Monde.

Decine di stelle, di colore blu, erano state scoperte sulle facciate di edifici nella capitale e nella sua periferia. Una coppia moldava è stata arrestata e il presunto istigatore, un uomo d’affari moldavo filo-russo, è stato identificato.

A novembre, la Francia aveva condannato “l’interferenza digitale russa”, denunciando il ruolo di una rete russa nell’”amplificazione artificiale e la distribuzione iniziale sui social network di foto di tag raffiguranti delle stelle di David”.

In una nota confidenziale, rivelata venerdì da Le Monde e confermata all’AFP da una fonte vicina al caso, la Direzione generale dei servizi di sicurezza interna (DGSI) afferma che l’operazione è stata guidata dal “5° dipartimento”, un servizio responsabile delle operazioni internazionali all’interno dell’FSB.

Secondo Le Monde, questa campagna di disinformazione in Francia fa parte di una più ampia operazione di interferenza condotta in diversi Paesi europei.

Il quotidiano francese scrive che l’operazione è iniziata nella primavera del 2023 in Polonia, dove dei moldavi, controllati a distanza dall’FSB, hanno svolto attività di disinformazione, sorveglianza e sabotaggio. Alcuni individui hanno anche trasmesso slogan anti-NATO, facendo credere che questo movimento fosse opera della società civile polacca, aggiunge Le Monde, che sottolinea come diversi di questi casi siano stati deferiti ai tribunali polacchi.

Anche in Spagna, a luglio, l’intelligence spagnola ha notato manifestazioni filorusse e anti-NATO trasmesse sui social network. Secondo Le Monde, anche Germania, Romania e Austria sono state prese di mira da questa operazione.

Antisemitismo in crescita in Romandia

Telegiornale 15.02.2024, 20:00

Correlati

Ti potrebbe interessare