Mondo

Il G20 pensa a Parigi

Incontro ad Antalya fra Barack Obama e Vladimir Putin - Vertice dedicato alla lotta al terrorismo

  • 15 November 2015, 19:00
  • 1 September 2023, 15:12
Obama-Putin: Visioni a confronto

Obama-Putin: Visioni a confronto

  • reuters

Il presidente statunitense Barack Obama ha promesso, nel corso del vertice del G20, che saranno intensificati gli sforzi per lottare contro l’autoproclamato Stato Islamico (IS), alla luce di quanto avvenuto venerdì sera a Parigi. Con il suo omologo russo, Vladimir Putin, ha superato alcune divergenze sul dossier Siria. Entrambi, riportano le agenzie, si sono detti d’accordo per una mediazione delle Nazioni Unite e per un cessate il fuoco.

Ad Antalaya, in Turchia, era presente pure il segretario di Stato americano John Kerry che in un intervento ha voluto sottolineare che non esistono ancora posizioni comuni fra le due parti per quanto riguarda il futuro di Bashar al Assad e le tattiche da usare per neutralizzare l’IS.

Senza parole - Il minuto di silenzio al G20

  • 15.11.2015
  • 18:58

Parigi, da parte sua attraverso il suo ministro delle finanze Michel Sapin ha chiesto a tutti di non limitarsi a semplici manifestazioni di solidarietà, ma a puntare per "decisioni concrete contro il terrorismo". Per quanto riguarda il capitolo emergenza migranti (doveva essere il vero tema dell’incontro), il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha affermato che non saranno rivisti per ora i metodi di accoglienza. Una puntualizzazione fatta dopo la notizia, non ancora confermata in via ufficiale, che uno degli attentatori proveniva dalla Siria ed era giunto in Francia come profugo.

Reuters/AlesS


RG 18.30 del 15 novembre 2015 Il servizio di Thomas Paggini

  • 15.11.2015
  • 18:36

Dal Telegiornale


Gli attentati al centro dei colloqui del G20

Telegiornale 21:00 di domenica 15.11.2015

  • 15.11.2015
  • 20:00

Correlati

Ti potrebbe interessare