Mondo

L'innovazione passa da Rio de Janeiro

È sbarcato in America Latina, per la prima volta, l'evento "Web Summit". Presente anche la Svizzera; obiettivo: fare dialogare tecnologia e sostenibilità - Il reportage

  • 6 maggio 2023, 06:54
  • 24 giugno 2023, 07:18
  • INFO

Tecnologia e sostenibilità, un dialogo possibile

Emiliano Guanella 06.05.2023, 08:41

Di: Emiliano Guanella

Più di 20'000 partecipanti da oltre 90 Stati sono arrivati a Rio de Janeiro per partecipare al primo Web Summit realizzato in America Latina. L’evento globale sull’innovazione e la tecnologia è nato dieci anni fa in Irlanda e si è poi spostato a Lisbona. La decisione di organizzare un’edizione in Brasile nasce dalla volontà di aprirsi ad un mercato particolarmente aperto per le start-up legate alla finanza digitale, alla sostenibilità e alle nuove tecnologie.

Il Sudamerica è un continente con una forte digitalizzazione, dove si usano sempre di più le applicazioni per la telefonia mobile per risolvere problemi della vita quotidiana.

Presente anche la Svizzera

La Svizzera ha organizzato uno spazio speciale dove sono state presentate le strategie di collaborazione scientifica con il Brasile coordinate dal network globale Swissnext, presente anche in Cina, India, Giappone e Negli Stati Uniti. Il Brasile è un mercato molto attraente per le start-up legate al mondo della salute e cura personale, oltre che alle imprese che hanno bisogno della microtecnologia.

"Il nostro ruolo – spiega Malin Borg, responsabile dell’ufficio Swissnext di Rio de Janeiro – è quello di facilitare la comunicazione e lo scambio di informazioni e conoscenza fra i due paesi. Progetti legati a poli di ricerca universitaria e scientifica, collaborazione culturale ma anche un servizio di appoggio alle imprese svizzere che vogliono installarsi qui". Al Websummit si è parlato molto anche di ambiente e sostenibilità, numerosi i seminari e dibattitti sulle strategie per far fronte ai cambiamenti climatici e alla deforestazione dell’Amazzonia.

Porte aperte ai "nomadi digitali"

L’impresa brasiliana Agrosmart opera da otto anni in nove paesi del Sudamerica per aiutare i grandi coltivatori a proteggersi dai cambiamenti climatici e a migliorare la produttività delle loro terre senza causare un impatto devastante sulla natura. Rio de Janeiro si propone anche come meta ideale per i “nomadi digitali”, professionisti legati alla tecnologia dell’informazione che possono lavorare da remoto in qualsiasi parte del mondo. La città ha firmato un accordo per ospitare la manifestazione per i prossimi cinque anni.

Il summit tecnologico sbarca in Sudamerica

Telegiornale 04.05.2023, 20:00

Ti potrebbe interessare