Svizzera

Competitività turistica, la Svizzera perde colpi

Studio del WEF: la Confederazione al decimo posto in una graduatoria dominata da Stati Uniti, Spagna e Giappone

  • 21 maggio, 23:52
  • 21 maggio, 23:52
  • INFO
Valposchiavo.jpg

Il turismo della Valposchiavo ha una nuova guida

  • Tipress
Di: ATS/RSI Info

Nel confronto internazionale la Svizzera arretra in materia di competitività turistica: è quanto emerge da uno studio del Forum economico mondiale (WEF), che inserisce la Confederazione al decimo posto in una graduatoria dominata da Stati Uniti, Spagna e Giappone.

In base a questo indice la Svizzera arretra di due posizioni rispetto al 2019. La top ten attuale è completata da Francia, Australia, Germania, Regno Unito, Cina (per la prima volta fra i primi dieci) e Italia.

La Svizzera rimane tra i leader su temi quali il contesto imprenditoriale, il mercato del lavoro, le infrastrutture - aeree, terrestri e portuali - e la sostenibilità ambientale. È però invece diventata ancora meno competitiva rispetto al passato in materia di prezzi.

In generale tra le sfide che il settore deve affrontare vengono citati l’incertezza politica, i problemi di sostenibilità e la carenza di manodopera. Stando agli esperti del WEF l’aumento della domanda e l’abolizione delle ultime restrizioni legate alla pandemia dovrebbero comunque consentire al turismo di tornare a una quota del prodotto interno lordo simile a quella precedente al coronavirus.

La vittoria di Nemo e le ricadute sul turismo elvetico

Telegiornale 13.05.2024, 20:00

Turismo inclusivo in Valposchiavo

Il Quotidiano 12.05.2024, 19:00

Il turismo invernale a Lugano

Il Quotidiano 17.02.2024, 19:00

Correlati

Ti potrebbe interessare