Svizzera

Ebreo accoltellato a Zurigo: l’IS plaude all’aggressione

Inchiesta RTS: il 15enne autore del ferimento viene citato come esempio in varie comunicazioni dello Stato Islamico, che include la Svizzera nella lista dei Paesi considerati suoi nemici

  • 21 aprile, 22:59
  • 22 aprile, 08:13
  • INFO
2Immagine.png

In una pubblicazione dell'IS risalente a inizio mese, la Svizzera è inclusa in una lista di 60 Paesi che l'organizzazione definisce nemici

  • RTS
Di: RTS

L’accoltellamento di cui è stato vittima un ebreo ortodosso a Zurigo, ferito lo scorso 2 marzo, è al centro di espressioni di plauso da parte dell’autoproclamato Stato Islamico (IS).

È quanto ha accertato la cellula d’inchiesta di RTS: il 15enne autore dell’aggressione viene citato come esempio in varie comunicazioni dell’organizzazione terroristica. In un primo comunicato su un canale Telegram, il 4 marzo, l’adolescente veniva descritto come incarnazione della nuova generazione del califfato.

Lo stesso giovane, lo scorso 8 aprile, è stato qualificato come un eroe in una pubblicazione del gruppo IS nel Khorasan, una branca sospettata di aver compiuto l’attentato a Mosca che, il 22 marzo, è costato la vita ad almeno 145 persone.

Inoltre un recente video dell’IS, che RTS è riuscita a visionare, include la Svizzera nella lista dei Paesi considerati come facenti parte di un’alleanza globale contro l’organizzazione: la Confederazione figura in tale elenco assieme ad altri 59 Stati.

Ebreo Ortodosso accoltellato a Zurigo

Telegiornale 03.03.2024, 12:30

Correlati

Ti potrebbe interessare