Svizzera

Federali: l'UDC guarda al PLR

Marco Chiesa auspica apparentamenti di lista con i liberali-radicali in vista del voto del 22 ottobre

  • 28 gennaio 2023, 11:45
  • 24 giugno 2023, 04:02
  • INFO

Notiziario 11.00 del 28.01.2023

RSI Svizzera 28.01.2023, 12:34

  • keystone
Di: ATS/Swing

Il presidente dell'Unione democratica di centro Marco Chiesa chiede che le liste del suo partito siano apparentate con quelle del PLR in tutti i cantoni in vista delle elezioni federali del prossimo 22 ottobre. Secondo Chiesa, che si è espresso oggi, sabato davanti ai delegati riuniti a Bülach (ZH) in un congresso programmatico, questo è l'unico modo per evitare che la sinistra faccia progressi in termini numerici come è stato il caso alle ultime Federali del 2019.

Nel suo intervento Chiesa ha nuovamente attaccato la sinistra rosso-verde e la sua "politica suicida". Il consigliere agli Stati ticinese l'accusa di "distruggere tutto ciò che rende la Svizzera vincente". In particolare Chiesa ha attaccato la sinistra "per la crisi energetica, attraverso la strategia energetica 2050 del Consiglio federale, approvata in una votazione federale dal popolo, e per la crisi migratoria". Ha pure accusato il campo rosso-verde "di voler concedere il diritto d'asilo "a tutto il mondo", denunciando altresì una "immigrazione (attualmente) senza limiti" e attirando stranieri che la Svizzera non vuole. Il sistema di asilo ha fallito".

Chiesa ha ancora puntato il dito contro la sinistra che "vuole prescrivere il modo corretto di pensare, parlare e scrivere". In vista del probabile voto sulla legge per la protezione del clima a giugno, il presidente UDC ha sottolineato che una vittoria nel referendum "contro questo testo è la condizione per una vittoria elettorale della destra in autunno, a condizione che il PLR accetti accoppiamenti di liste generalizzate".

Ti potrebbe interessare