Svizzera

La Posta testa il voto elettronico

Pubblicato il codice sorgente del progetto per sottoporre il sistema all'attacco degli hacker - Ricompense fino a 250'000 per chi trova le falle

  • 2 September 2021, 10:44
  • 16 August 2023, 11:08
  • INFO
keystone
  • keystone
Di: ATS/eb

La Posta vuole testare la sicurezza del suo progetto di voto elettronico prima di metterlo a disposizione dei cantoni interessati nel 2022, e per farlo ha lanciato una sfida agli hacker. Nei prossimi giorni verrà reso noto il codice sorgente del progetto, e chiunque abbia le conoscenze informatiche necessarie potrà cimentarsi con questa impresa. Lo scopo è quello di far testare il sistema da esperti in tutto il mondo, che potranno poi dare i loro suggerimenti.

Pirati informatici per mettere alla prova il voto elettronico

  • 07.02.2019
  • 17:54

Il codice sorgente, viene spiegato in un comunicato stampa del gigante giallo, costituisce una delle componenti chiave del sistema di voto elettronico: contiene tutti gli elementi crittografici utilizzati per scrivere il software e il relativo funzionamento.

La Posta mette a disposizione una ricompensa fino a 250'000 franchi a seconda dell'importanza dei risultati forniti. Ad aprile, l'azienda aveva lanciato una sfida analoga per mettere alla prova i propri sistemi di sicurezza e nel 2019 aveva già fatto testare il suo voto elettronico: allora emersero falle tali da indurre a uno stop.

Correlati

Ti potrebbe interessare