Svizzera

La Svizzera favorirà l’allevamento di lumache

Approvata, seppur con una modifica, una mozione di Bruno Storni che permetterà la costruzione di piccole strutture per la produzione

  • 30 maggio, 10:37
  • 3 giugno, 08:16
  • INFO
  • FOOD
imago0138966545h.jpg

La mozione chiedeva di considerare le lumache come animali da reddito, si è invece scelta una soluzione più pratica per raggiungere lo stesso obiettivo

  • Imago
Di: ATS/dielle

Il Parlamento svizzero vuole favorire l’allevamento di lumache nelle aziende agricole. Una mozione in questo senso, promossa dal consigliere nazionale ticinese Bruno Storni (PS), è infatti stata approvata da entrambe le Camere.

Il testo in sostanza chiedeva di considerare le lumache come animali da reddito. Attualmente non è così, ciò che impedisce di fatto la concessione di licenze edilizie per l’allevamento di lumache nelle aree agricole. Secondo Storni, dal punto di vista ambientale e territoriale questo tipo di produzione è pulito ed ecologico e richiede solo piccoli recinti mobili. Consente inoltre di riciclare gli scarti vegetali e il foraggio necessario all’alimentazione può essere facilmente prodotto sul posto. L’attività ha del potenziale ed è in espansione, in Italia ad esempio la produzione è triplicata in cinque anni e il fatturato è aumentato di 350 milioni di euro, viene spiegato nella mozione.

SEIDISERA del 23.09.2023 - Allevamenti di chiocciole

RSI Ticino e Grigioni 23.09.2023, 17:36

  • Imago

Il Consiglio degli Stati, prima dell’approvazione del Nazionale e su proposta del Consiglio federale, ha comunque modificato il testo che ora non chiede più di considerare questi animali come da reddito, bensì di autorizzare direttamente le piccole strutture necessarie per l’allevamento in azienda.

Secondo i “senatori” in questo modo l’obiettivo principale della mozione viene comunque raggiunto. La soluzione scelta si ispira alle normative esistenti nel campo dell’acquacoltura e anche il Consigliere federale Guy Parmelin, responsabile dell’agricoltura, si è detto soddisfatto in quanto è una soluzione pratica.

Il Consiglio federale è stato pertanto incaricato di elaborare le modifiche necessarie a livello legislativo o di ordinanza.

Notiziario

Notiziario 30.05.2024, 11:00

Correlati

Ti potrebbe interessare