Svizzera

La transizione energetica non vada a danno dell’ambiente

Fondazione Franz Weber e comitato per la natura lanciano la loro campagna contro la legge federale in votazione il 9 giugno

  • 16 aprile, 13:09
  • 16 aprile, 15:39
  • INFO
595338975_highres.jpg

La legge vuole promuovere le energie rinnovabili per garantire l'approvvigionamento elettrico, anche in inverno

  • keystone
Di: ATS/pon

Qualora superasse lo scoglio delle urne il prossimo 9 giugno, la legge federale su un approvvigionamento elettrico sicuro porterebbe alla distruzione del paesaggio. È la posizione della fondazione Franz Weber e del cosiddetto comitato per la natura, che hanno lanciato questo martedì la loro campagna contro il testo sul quale si voterà fra meno di due mesi.

608858060_highres.jpg

Gli oppositori della legge in conferenza stampa

  • keystone

Stando agli scettici, la legge sull’energia facilita il disboscamento delle foreste e la distruzione dei biotopi protetti. Verrebbe pure limitata la sovranità di cantoni e comuni.

Ci sarebbero inoltre alternative per attuare la transizione energetica e garantire l’approvvigionamento anche in inverno, ad esempio risparmiare energia e sfruttare il potenziale degli impianti solari sulle infrastrutture esistenti.

La legge è stata approvata dal Parlamento nella scorsa sessione autunnale per promuovere la produzione da fonti rinnovabili. È combattuta da un referendum lanciato da una parte del mondo ecologista, mentre altre organizzazioni ambientaliste hanno deciso di sostenerla.

Camere, luce verde sulla legge per le rinnovabili

Telegiornale 29.09.2023, 20:29

Correlati

Ti potrebbe interessare