Svizzera

Sanzioni alla Russia, per il Nazionale Berna fa abbastanza

La Camera bassa riunita in sessione straordinaria boccia la richiesta di adesione alla task force internazionale REPO, che dà la caccia agli averi degli oligarchi

  • 17 aprile, 10:26
  • 17 aprile, 16:50
  • INFO

RG 12.30 del 17.04.2024 Il servizio di Maria Jannuzzi

RSI Svizzera 17.04.2024, 12:49

  • keystone
Di: ATS/pon

La Confederazione non deve aderire al gruppo di lavoro REPO (Russian Elites, Proxies and Oligarchs), la task force del G7 incaricata di rintracciare gli averi russi, di oligarchi in particolare. La proposta dei Verdi è stata bocciata dal Nazionale oggi, mercoledì, con 101 voti contro 80. Anche il Consiglio federale era contrario.

Sanzioni alla Russia, la Svizzera fa già abbastanza

Telegiornale 17.04.2024, 12:30

La Svizzera non ha un gruppo incaricato della messa in pratica delle sanzioni contro la Russia, ha sottolineato Franziska Ryser a sostegno della richiesta ecologista, ma per la sua importanza nella gestione patrimoniale e nel commercio delle materie prime avrebbe dato un segnale importante unendosi allo sforzo internazionale.

Una collaborazione tecnica già esiste, ha replicato il liberale-radicale Hans-Peter Portmann, ma REPO è uno strumento politico e un’adesione avrebbe condotto a forti pressioni statunitensi per l’adozione di tutte le sanzioni volute da Washington, indebolendo il ruolo di Berna nell’ambito della mediazione e dei buoni uffici.

RG 12.30 del 08.04.2023 - Il servizio di Maria Jannuzzi

RSI Svizzera 08.04.2023, 12:06

  • Ti-Press

Notiziario

Notiziario 17.04.2024, 11:00

  • Franziska Ryser
  • Hans-Peter Portmann
  • REPO
  • Consiglio federale
  • Russia
  • russi

Correlati

Ti potrebbe interessare