Ticino e Grigioni

Grigioni, sgravio fiscale per le persone fisiche

Il Governo retico chiede al Gran Consiglio una riduzione del 5% nel quadro del preventivo che si tradurrà dal 2025 in minori entrate per 32 milioni

  • 11 October 2023, 09:11
  • 11 October 2023, 18:19
  • INFO
293506475_highres.jpg

Lo sgravio fiscale sarà discusso nell'ambito del preventivo 2024

  • Keystone
Di:Spi

Il Governo grigionese ha chiesto al Gran Consiglio, nel quadro del preventivo 2024, una riduzione del 5% del tasso fiscale per le persone fisiche . A partire dal 2025 lo sgravio fiscale ammonterà a oltre 32 milioni di franchi all’anno.

In questo modo, annuncia mercoledì lo stesso esecutivo cantonale, verrà compiuto un primo passo verso l’attuazione dell’incarico parlamentare Hohl concernente sgravi fiscali per famiglie e specialisti. Il secondo passo è previsto nel 2025 con la revisione della legge cantonale sulle imposte. L’intenzione è di fruttare appieno il margine di manovra finanziario.

A beneficiare dello sgravio, spiega il Governo, “saranno in primo luogo le famiglie e le persone che esercitano un’attività lucrativa nel Cantone, ma anche i pensionati e i proprietari di una casa secondaria domiciliati in un altro Cantone”. Oltre 6 milioni, sui 32 di minori entrate, riguarderanno le imposte sulla sostanza. I Comuni non saranno interessati da queste misure. 

I minori gettiti fiscali del Cantone dovranno essere finanziati tramite futuri disavanzi di bilancio con il capitale proprio liberamente disponibile e al contempo, come richiesto dal Gran Consiglio, «restituiranno ai contribuenti i contributi versati in eccesso» negli ultimi anni. Infatti negli ultimi anni il Cantone ha conseguito elevate eccedenze attive e creato riserve liberamente disponibili che hanno raggiunto i 735 milioni (dicembre 2022).

Preventivo 2024 in rosso, ma “ancora in equilibrio”

Le perdite dei pagamenti da parte della Banca nazionale svizzera non hanno sbilanciato troppo il preventivo 2024 del Canton Grigioni, presentato mercoledì dal Governo, che definisce i conti “per il momento ancora in equilibrio”. Nel 2024 le perdite potranno in ampia misura essere compensate da un maggiore gettito d’imposta cantonale e da ricavi finanziari superiori. Il peggioramento rispetto al precedente preventivo, è da ricondurre comunque all’atteso mancato riversamento degli utili della BNS (-61,6 milioni). L’eccedenza di spesa ammonta a 49,6 milioni di franchi (anno precedente erano 11,2 milioni). Gli investimenti lordi aumentano di 31,5 milioni e ammontano complessivamente a 482,6 milioni. Questi investimenti gravano il Cantone con 309,7 milioni in termini netti. Il piano finanziario 2025–2027 presenta disavanzi record tra i 110 e i 155 milioni. Nel documento spicca anche l’aumento pari a 17,1 milioni delle spese per il personale, di cui 9 milioni sono destinati alla compensazione del rincaro.

Il Gran Consiglio tratterà il preventivo 2024 nella sessione di dicembre 2023, quando fisserà i tassi fiscali per l’anno 2024.

Notiziario delle 11:00 del 11.10.2023

  • 11.10.2023
  • 09:06

Risultato record per i conti nei Grigioni

Il Quotidiano di giovedì 09.03.2023

  • 09.03.2023
  • 18:00

Il Governo grigionese propone di abbassare le imposte

Il Quotidiano di mercoledì 11.10.2023

  • 11.10.2023
  • 17:39

Correlati

Ti potrebbe interessare