Ticino e Grigioni

Siccità: meno formaggio d'alpe

La mancanza d'acqua costringe a chiudere in anticipo la stagione - Problemi in vista anche per il foraggio

  • 15 August 2022, 07:22
  • 8 July 2023, 06:06
  • INFO
  • FOOD

SEIDISERA del 14.08.22: Valerio Faretti al microfono di Laura Dick

Di:mgl

Ci sarà meno formaggio d’alpe sulle tavole svizzere nei prossimi mesi: la siccità ha influito negativamente sulla stagione di pascolo che sarà costretta a terminare in anticipo. Anche la produzione di foraggio è in calo e il rientro anticipato dai pascoli provocherà una pressione sulle riserve, infatti il prezzo è già aumentato.

La stagione era iniziata bene, addirittura dieci giorni prima del solito, ha spiegato alla RSI il presidente della società ticinese dell’economia alpestre Valerio Faretti. Poi però la mancanza d’acqua è diventata troppo problematica, spingendo molti allevatori a decidere un rientro anticipato del bestiame.

La qualità del formaggio non dovrebbe risentirne, la sua quantità invece sì. Anche l’aumento dei costi dell’energia e dei carburanti ha ripercussioni negative sul bilancio dei produttori. Già nelle scorse settimane la società ha raccomandato alla grande distribuzione un aumento del prezzo di vendita di almeno un franco al chilo. Si spera inoltre in un intervento del Governo ticinese, come già successo in altri cantoni

Correlati

Ti potrebbe interessare