Ticino e Grigioni

Un San Gottardo per tutte le stagioni

Il consigliere nazionale Rocco Cattaneo rilancia la richiesta dell’apertura invernale del passo, ma USTRA la rispedisce al mittente: “Troppo costoso, non vale la pena”

  • 15 September 2023, 03:41
  • 15 September 2023, 19:52
  • INFO

Telegiornale 20:00 di giovedì 14.09.2023

Di:TG/dielle

Transitare sul passo del San Gottardo in pieno inverno. No, non è un miraggio o una gita sciescursionistica, quanto piuttosto un auspicio. L’apertura della strada del passo tutto l’anno è infatti tornata d’attualità dopo la recente chiusura della galleria autostradale, che ha a sua volta fatto seguito alla chiusura ella galleria di base di Alptransit ai treni passeggeri dopo il deragliamento di un treno merci. A rilanciare la richiesta, già formulata nel 2001 dal liberale radicale Dick Marty, è ora il suo compagno di partito e consigliere nazionale Rocco Cattaneo.

Con il tunnel autostradale chiuso, parte del traffico passa ovviamente sul passo. Eppure in inverno questa alternativa non ci sarebbe stata, perché i 26 chilometri tra Airolo e Andermatt sarebbero stati chiusi. Una situazione per nulla ideale per i collegamenti nord-sud secondo Cattaneo: “Avere sempre aperto il passo del San Gottardo penso sia una sicurezza, d’altronde il Bernina è aperto tutto l’anno, lo Julier pure così come il Sempione… e quindi il Gottardo, che è la via delle genti, l’arteria nord-sud più importante per la Svizzera, va pure tenuto aperto”.

Per la Confederazione il santo non vale però la candela, come conferma alla RSI il portavoce dell’Ufficio federale delle strade (USTRA) Lorenzo Quolantoni: “Per rendere il passo percorribile d’inverno in completa sicurezza, ci vorrebbe un investimento molto importante, si parla di 300 milioni di franchi per installare i ripari valangari, le barriere di sicurezza e via dicendo. Il rapporto costi-benefici è quindi insufficiente”.

Anche il Dipartimento del Territorio del canton Ticino - contattato - si dice consapevole di cosa implicherebbe l'apertura a livello di costi e delle oggettive difficoltà di realizzazione. Eppure, senza sgombero della strada del passo e se la galleria autostradale dovesse venir chiusa in inverno, non ci sarebbero collegamenti su gomma diretti da e per il Ticino. “Io chiedo all’USTRA di rifare le valutazioni – insiste ancora Rocco Cattaneo –, perché qui c’è di mezzo la sicurezza del transito e ci sono di mezzo interessi economici e sociali, in particolare per il Canton Ticino”.

Motivazioni che ad ogni modo non convincono USTRA: “C’è sempre e comunque l’autostrada A13 con il tunnel del San Bernardino che resta aperto e al contempo stiamo preparando il secondo tunnel del Gottardo, che sarà aperto tra qualche anno e che offrirà proprio questa ridondanza” conclude Lorenzo Quolantoni.

Una risposta aggiornata del Consiglio federale è comunque prevista durante questa sessione, quando la richiesta di rendere percorribile il passo con la neve sarà riformulata all'ora delle domande.

Telegiornale 20:00 di giovedì 14.09.2023

  • 14.09.2023
  • 18:00

Correlati

Ti potrebbe interessare