Un semaforo nel piatto

Puntata del 25.01 - Un indicatore che cerca di far luce sui valori nutrizionali ma che accende non pochi malumori

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Piccola interrogazione: quanto tempo passate a guardare le etichette nutrizionali dei vostri dolci preferiti? Poco? Non le guardate affatto? Le analizzate a lungo con la lente? E se lo fate, ci capite qualcosa, oppure vi sentite solo molto confusi? Bhè, noi, cari consumatori, abbiamo una buona notizia per voi. 

Che ne direste se da domani sulle confezioni dei vostri prodotti preferiti comparisse un… semaforo? Verde quando l’alimento si può consumare senza grossi limiti, giallo o addirittura rosso quando comincia a non essere più così raccomandato.

Questo semaforo esiste e sta prendendo piede in varie nazioni europee: noi ci siamo incuriositi e abbiamo voluto saperne di più. E allora siamo andati a fare la spesa in un Paese dove il semaforo si sta diffondendo velocemente: la Francia! Chi lo ha inventato e come funziona? Di che cosa tiene conto? È davvero un’indicazione in grado di modificare le nostre abitudini alimentari? Attorno a questo semaforo si sono accesi non poco gli animi, e le discussioni non mancano: molte aziende del settore agroalimentare non hanno gradito affatto questa novità e addirittura hanno cercato di proporre delle etichette nutrizionali alternative. Ci sono poi certi produttori di formaggi e salumi, in tutta Europa, che sono saliti sulle barricate, temendo di vedersi assegnare prima o poi un semaforo rosso. Risultato: un gran caos, nel quale abbiamo cercato di mettere un po’ di ordine. 

E in Svizzera? Alle nostre latitudini per ora di semafori per alimenti non se ne vedono….o quasi! Fra qualche tempo infatti alcune cose potrebbero cambiare. Ma come reagirebbero i consumatori di fronte a questi semafori per alimenti? Noi abbiamo fatto un test…con dei consumatori davvero speciali! E le sorprese non sono mancate! Ne discutiamo in studio con Evelyne Battaglia, presidente dell’Associazione delle consumatrici e consumatori della svizzera italiana (ACSI), Liliane Bruggmann, lresponsabile della Divisione nutrizione dell’Ufficio federale della sicurezza alimentare e Paolo Mascarino, vice presidente di Federalimentare italia.

Nutri-score: un semaforo nel piatto

Nutri-score: un semaforo nel piatto

di Chiara Camponovo e Gioele Di Stefano (Patti chiari, 25.01.2019)

 

Hai qualcosa da aggiungere a questa storia? Scrivilo nei commenti!
Qui invece puoi rivedere la PUNTATA INTERA.

Prese di posizione

Condividi
Commenti
Commenti
I più votati
3 nuovi commenti
3 nuovi commenti
3 nuovi commenti
3 nuovi commenti