Balzo del fatturato per la Posta (keystone)

Balzo del fatturato grazie ai pacchi

Lo scorso anno il mercato postale ha registrato un aumento del 4,7%, a 4,4 miliardi di franchi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Lo scorso anno il mercato postale ha registrato un aumento del fatturato del 4,7%, a 4,4 miliardi di franchi. Si tratta della crescita maggiore degli ultimi anni, in gran parte dovuta all'eccezionale dinamismo del segmento pacchi. Lo rende noto oggi, martedì, la Commissione federale delle poste (PostCom) nel suo rapporto annuale. Nel 2020 l'incremento era stato del 3%.

A sostenere l'andamento positivo è stato anche il fatto che i comparti delle lettere e dei giornali hanno retto meglio rispetto al passato. Il giro d'affari complessivo del primo ammontava nel 2021 a 1,5 miliardi di franchi. Rispetto all'anno precedente si è quindi registrato un calo del 2,6%, significativamente inferiore alla media quinquennale (-5,9%). Oltretutto la flessione è stata compensata dalla forte crescita dei pacchi fino a 20 chilogrammi. Con un aumento dell'1,4% rispetto al 2020, il loro fatturato ha superato per la prima volta quello delle lettere del servizio universale.

Aumento del carico di lavoro

L'incremento del numero di pacchi ha chiaramente avuto un impatto sul carico di lavoro dei dipendenti. La Posta ha registrato il maggior numero di casi di malattia e di assenza all'inizio e alla fine dell'anno. Secondo PostCom, che si basa sui risultati di un audit indipendente, questo tasso di assenteismo del personale deve essere considerato un caso di forza maggiore. Questa motivazione non può però più essere sistematicamente addotta in caso di massiccio aumento del volume dei pacchi. PostCom ha per altro adottato diverse misure nei confronti delle aziende che non rispettano i requisiti minimi in termini di condizioni di lavoro. Dall'inizio del 2019 ha effettuato un'ispezione approfondita di 38 aziende e ha avviato una procedura di monitoraggio in 15 casi.

Buona accessibilità malgrado Covid-19

La Posta è riuscita a garantire l'accessibilità senza interruzione nonostante la pandemia. Ha soddisfatto i requisiti di legge in tutti i cantoni, con un tasso superiore al 90% delle economie domestiche, raggiungendo quota 96,51% a livello nazionale, precisa PostCom. Quest'ultima ha emesso 22 raccomandazioni relative alla chiusura o alla conversione di uffici. Alla fine del 2021, la rete era composta da 805 uffici postali gestiti in proprio e 1'251 agenzie postali, per un totale di 2'056 punti di accesso serviti.

ATS/Swing
Condividi