Affari in calo per il colosso del lusso (keystone)

Richemont in calo

Le vendite del colosso del lusso sono colate a picco nel primo trimestre dell'esercizio 2020/2021

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le vendite del colosso del lusso Richemont hanno subito un tracollo nel primo trimestre dell'esercizio 2020/21: -47% tra aprile e giugno a 1,99 miliardi di euro. Una nota del gruppo spiega questo risultato con gli effetti della pandemia di coronavirus sulla sue attività. I ricavi sono in calo in tutte le regioni, in tutte le filiali e in tutte le catene di distribuzione.

La regione dell'Asia-Pacifico è stata quella che ha resistito meglio con una diminuzione dei ricavi di "solo" il 29% su un anno a 1,01 miliardi, dovuto principalmente alla ripresa in Cina, che ha registrato un aumento del 47% nell'ultimo trimestre. Il Giappone e la regione delle Americhe sono state le due regioni più colpite, con una flessione delle vendite rispettivamente del 62% e del 60% a tassi di cambio costanti.

L'azienda numero due al mondo nel settore dei beni di lusso non ha avanzato previsioni per il resto dell'esercizio.

ATS/Swing

Condividi