Il calo maggiore è stato registrato dalla carne di suino fresca
Il calo maggiore è stato registrato dalla carne di suino fresca (keystone)

Svizzeri meno carnivori

Il commercio al dettaglio di carne nel 2017 ha visto una contrazione dello 0,7%, a 221'468 tonnellate

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le vendite di prodotti a base di carne svizzera sono scese dello 0,7% a 221'468 tonnellate nel 2017. Lo ha reso noto venerdì l'Ufficio federale dell'agricoltura.

Il volume corrisponde a 26 chili di carne per abitante all'anno. Ad eccezione di pollo (+0,9%) e insaccati (+0,8%), il fatturato delle altre categorie osservate è diminuito, si legge in una nota. Il calo maggiore è stato registrato dalla carne di suino fresca (-1,8%) e da quella di vitello fresca (-2,6%). Per il vitello il calo delle vendite ha toccato soprattutto i tagli pregiati.

ATS/M. Ang.

Condividi