Un'immagine del treno deragliato. L'incidente è costato la vita a due persone (ANSA)

Altri indagati per il Frecciarossa

L'inchiesta sul deragliamento di un convoglio dell'alta velocità nei pressi di Lodi ha portato ad accertamenti anche sull'AD di Alstom

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Accertato il guasto allo scambio che ha provocato il deragliamento di un Frecciarossa, lo scorso giovedì, in provincia di Lodi, l'inchiesta si allarga ed ha portato gli inquirenti a indagare anche l'amministratore delegato di Alstom Ferroviaria, azienda che ha costruito il materiale risultato difettoso e che aveva provocato, come detto, l'uscita dai binari del convoglio dell'alta velocità causando la morte dei due macchinisti.

Con l'AD di Alstom sono attualmente sette gli indagati. Si tratta dei cinque addetti alla manutenzione: per loro si ipotizzano reati colposi, mentre l'azienda di gestione della Rete ferroviaria italiana (RFI) è indagata per responsabilità amministrativa.

Secondo gli inquirenti la società avrebbe prodotto una parte dell'attuatore dello scambio incriminato, sul quale i consulenti della procura hanno evidenziato un'anomalia elettrica.

ANSA/Swing

Condividi