Assad a Mosca da Putin

Il presidente siriano non usciva dai confini del paese dal 2011

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"Per risolvere la crisi siriana è necessario un processo politico con la partecipazione di tutti i Governi, i gruppi etnici e quelli religiosi, e per questo la Russia è pronta a dare il proprio contributo"; è quanto ha affermato martedì sera Vladimir Putin in occasione della visita a Mosca di Bashar al Assad. Le operazioni militari della Russia in Siria sono state al centro dei colloqui tra i due capi di Stato.

Il leader del Cremlino ha anche ricordato che sono almeno 4'000 le persone provenienti dai paesi dell'ex URSS che combattono per l'autoproclamato Stato islamico e per altri gruppi terroristici: "Noi, naturalmente, non possiamo permettere che costoro, dopo essere stati addestrati e condizionati ideologicamente, facciano ritorno nel nostro paese".

Il presidente siriano, che non faceva un viaggio all'estero dal 2011, si è detto molto soddisfatto dell'incontro e ha ringraziato Putin per gli aiuti "efficaci al popolo siriano" nella lotta al terrorismo internazionale.

ATS/CaL

Dal TG12.20:

Assad a sorpresa a Mosca

Assad a sorpresa a Mosca

TG 13:06 di mercoledì 21.10.2015

Condividi