Un posto di blocco della polizia francese a Strasburgo (keystone)

Attentato a Strasburgo, 5 fermi

Sono sospettati di essere coinvolti nella fornitura dell'arma all'attentatore Cherif Chekatt

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Cinque persone, sospettate di essere implicate nella fornitura dell’arma utilizzata dall’autore dell’attentato a Strasburgo, sono state interpellate martedì mattina in Alsazia e poste poi in stato di fermo. L’attentato aveva colpito i mercatini di natale della città alsaziana l’11 dicembre scorso, quando Cherif Chekatt, schedato con la lettera “S” dei radicalizzati, uccise cinque persone.

I cinque sospetti appartengono alla famiglia di Chekatt, ma per il momento gli inquirenti restano prudenti sulle loro reali responsabilità. Gli accertamenti dovrebbero permettere di chiarire i ruoli di ciascuno, in particolare di un 78enne, il più anziano del gruppo, composto da altri 3 uomini e una donna.

Chekkat, conosciuto come delinquente comune plurirecidivo, aveva attaccato dei passanti con un revolver da 8mm e un coltello; dopo un’estenuante caccia all’uomo era stato abbattuto solo 48 ore dopo. L’attentato era stato rivendicato dallo Stato islamico.

NOT/ATS/AFP/dielle
Condividi