Bollywood saluta le sue tradizioni

Riaprono gli studios indiani, ma non mancano le restrizioni per il coronavirus, come quella legata agli over 65 e al divieto di baci

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il lockdown legato al coronavirus ha colpito anche Bollywood, che ha dovuto fermare la propria industria cinematografica. Ora però gli studios indiani riaprono i battenti, non senza alcune restrizioni. Restrizioni che toccano da vicino il divo Amitabh Bachchan. È stato infatti deciso che sul set possono tornare solamente gli attori aventi massimo 65 anni. Il 77enne non sarà dunque ammesso.

Saranno vietati anche i noti balli colorati con decine di protagonisti, i matrimoni affollati, le scene stravaganti, i combattimenti corpo a corpo, i baci e gli abbracci. Non saranno disponibili neppure gli addetti al trucco e al parrucco. Bollywood vivrà dunque una sorta di ritorno agli anni Ottanta, quando gli innamorati non potevano nemmeno sfiorarsi.

La pandemia continua intanto a colpire l'India, che nelle ultime 24 ore ha registrato 19'459 casi, per un totale di 548'318 contagi (100'000 segnalati solo negli scorsi sei giorni). I decessi sono invece 16'475.

FD
Condividi