Nel montaggio, Ruslan Sokolovski a caccia di Pokemon in chiesa; nella foto piccola, l'immagine poster del nuovo video in cui parla del suo arresto
Nel montaggio, Ruslan Sokolovski a caccia di Pokemon in chiesa; nella foto piccola, l'immagine poster del nuovo video in cui parla del suo arresto (Youtube)

Catturi Pokemon? In carcere!

Blogger russo caccia mostriciattoli virtuali in una chiesa ortodossa di Ekaterinburg. Rischia cinque anni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il ventenne blogger russo Ruslan Sokolovski rischia cinque anni di prigione per aver catturato dei Pokemon in una chiesa ortodossa di Ekaterinburg, la città nella regione degli Urali in cui vive. Il ragazzo è accusato di incitamento all'odio e violazione della libertà religiosa e per il momento rimarrà in carcere due mesi in attesa di processo.

 (da Youtube)

Il video delle sue "imprese" — che lui stesso ha pubblicato su Youtube — è stato visto oltre mezzo milione di volte e inizia con l'insurrezione nei confronti di una trasmissione televisiva la quale spiega che, dal punto di vista giuridico, sia rischioso "pokemonare" in una chiesa. "Chi mai può essere offeso se qualcuno si muove in una chiesa con in mano uno smartphone?", si è chiesto il giovane, conosciuto sul portale video anche per le sue posizioni contro la "potente chiesa ortodossa".

Il filmato prosegue poi con Sokolovski che entra in una delle principali chiese di Ekaterinburg, costruita nel 2000 sul sito dove fu fucilata la famiglia dell'ultimo zar russo Romanov nel 1918, per catturare i coloratissimi mostriciattoli.

AFP/px

Ti potrebbero interessare anche:

Condividi