Foto d'archivio
Foto d'archivio (keystone)

Chiesa e pedofilia, 613 fascicoli aperti in Vaticano

Primo report CEI sugli abusi sessuali compiuti da sacerdoti italiani. Solo nel periodo 2020/2021 segnalati ben 68 presunti abusatori e 89 vittime. "È solo una prima fotografia"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Negli ultimi venti anni sono 613 i fascicoli per abusi sessuali su minori (compiuti da sacerdoti italiani) aperti nella sede della Congregazione per la Dottrina della Fede trasmessi dall'Italia. Lo ha rivelato il segretario generale della CEI (Conferenza episcopale italiana), mons. Giuseppe Baturi, nella conferenza stampa sul primo Report sui centri di ascolto diocesani per la tutela dei minori.

Solo nel periodo 2020/2021 sono stati segnalati 68 presunti abusatori e 89 vittime.

Mons. Baturi ha spiegato che questi fascicoli, che possono riguardare più casi oppure archiviazioni, saranno oggetto di una prossima Ricerca, "una novità nel panorama ecclesiale mondiale".

"Rete l'abuso" critica il Report presentato oggi - "solo due anni, dal 2020 al 2022, con solo i dati degli sportelli Diocesani" - anche perché "sono esclusi dal report tutti i casi (sempre di sacerdoti italiani) denunciati alla magistratura o all'associazione o direttamente alla Congregazione per la Dottrina della fede. Nessun accenno a indennizzi e nessun supporto per le vittime".

Abusi nella diocesi di Ratzinger

Abusi nella diocesi di Ratzinger

TG 20 di giovedì 20.01.2022

 
Ats/Ansa/M. Ang.
Condividi