(keystone)

Clima, delusione per la COP25

Si conclude la conferenza ONU sul clima: nessuna intesa sull'articolo 6 relativo alla regolazione globale del mercato del carbonio

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Si sono conclusi domenica i tempi supplementari della COP 25, la conferenza ONU sul clima in corso da circa due settimane a Madrid. Molti delegati hanno espresso delusione, soprattutto per la mancata intesa sull'articolo 6 dell'Accordo di Parigi che regola il mercato globale del carbonio. I 196 paesi più l'UE presenti al meeting non sono riusciti ad accordarsi per il via libera al documento finale.

I nodi più importanti da sciogliere sono tre: il progetto denominato "Ambizione" (ovvero l'aumento da parte di ciascun paese degli impegni nazionali per il taglio di gas serra entro il 2030), il mercato dei crediti di carbonio e infine il sistema di aiuti per le perdite e i danni subiti dai paesi vulnerabili.

"Accordo troppo vago"

"Sul mercato del CO2 è meglio che quest'anno non si raggiunga alcuna intesa piuttosto che ottenerne una pessima", ha affermato sabato Franz Perrez, capo della delegazione svizzera, interpellato dal telegiornale della televisione svizzerotedesca SRF. "Se prendiamo una decisione piena di scappatoie, non ce ne libereremo più", ha affermato.

ATS/Bleff
Condividi