Cubani in piazza per protestare contro il Governo (keystone)

Cuba scende in piazza

Migliaia di persone hanno manifestato contro il Governo. Evento senza precedenti per criticare la situazione economica e la gestione della crisi sanitaria

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Migliaia di cubani hanno manifestato, ieri domenica, contro il Governo cubano nelle strade di una piccola località a sud-ovest dell'Avana, ma anche in altre paesi e città, in un evento senza precedenti per l'isola. Al grido di "Patria e vita!", titolo di una canzone critica contro il Governo del presidente Miguel Diaz-Canel, ma anche di "Abbasso la dittatura!", e "Non abbiamo paura!", i manifestanti, per lo più giovani, hanno sfilato, principalmente, a San Antonio de los Banos, un comune di 50.000 abitanti a una trentina di chilometri dalla capitale.

Dall'inizio della pandemia del coronavirus nel marzo 2020, i cubani hanno dovuto affrontare lunghe file per fare scorta di cibo e hanno vissuto una carenza di medicinali che ha generato forti disordini sociali. La manifestazione si è svolta nel giorno in cui Cuba ha registrato un nuovo record giornaliero di contagi e morti per coronavirus.

Sotto l'hashtag #SOSCuba o #SOSMatanzas, sui social si moltiplicano le richieste di aiuto, così come gli appelli all'Esecutivo per facilitare l'invio di donazioni dall'estero. Sabato, un gruppo di oppositori ha chiesto l'istituzione di un "corridoio umanitario", iniziativa che il Governo ha respinto, dichiarando che "i concetti di corridoio umanitario e aiuto umanitario sono associati alle aree di conflitto e non si applicano a Cuba".

ATS/ANSA/Swing

Cuba, proteste senza precedenti

Cuba, proteste senza precedenti

TG 20 di lunedì 12.07.2021

Condividi