Sovraffollamento non più tollerabile
Sovraffollamento non più tollerabile (keystone)

Egeo, chiudono i campi profughi

Atene li sostituirà con strutture non permeabili di appena 5'000 posti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Governo greco ha annunciato la prossima chiusura dei tre più grandi campi di migranti situati sulle isole di Lesbo, Samo e Chio, nel Mar Egeo, e la loro sostituzione con strutture non permeabili capaci d'ospitare 5'000 persone ognuna, non sufficienti quindi per alloggiare le oltre 27'000 censite.

 

Un immediato decongestionamento è però ritenuto essenziale da Atene, che nel frattempo sta provvedendo al trasferimento di una parte dei richiedenti sul continente, malgrado i malumori delle popolazioni interessate. L'obbiettivo è di rilocalizzarne 20'000 entro la fine dell'anno.

 

Il paese, negli ultimi quattro mesi, ha accolto 40'000 profughi, non mancando di farlo notare a Bruxelles, rimasta tuttavia sorda a ogni richiesta d'aiuto. Il premier Kyriakos Mitsotakis ha accusato l'Unione Europea di considerare la sua e le altre nazioni confrontate con la stessa emergenza dei comodi parcheggi, ignorando la recrudescenza del fenomeno.

Grecia, alcuni campi profughi chiudono

Grecia, alcuni campi profughi chiudono

TG 20 di mercoledì 20.11.2019

 
AFP/dg
Condividi