Era in carcere a Manhattan in attesa di processo (keystone)

Epstein, ossa del collo rotte

Diffusi i risultati dell’autopsia sul finanziere statunitense. Le fratture sono compatibili con la tesi del suicidio, ma potrebbero indicare anche uno strangolamento

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Sono stati i primi risultati dell'autopsia su Jeffrey Epstein, il finanziare amico dei politici ritrovato cadavere nel fine settimana in una prigione di New York, dove era in attesa di essere processato per traffico sessuale di minori.

L'uomo d'affari 66enne aveva le ossa del collo fratturate in diversi punti, secondo quanto riportato dal Washingtion Post. Si tratta di fratture che potrebbero confermare la tesi del suicidio per impiccagione ma anche indicare uno strangolamento.

L'inchiesta per stabilire le esatte circostanze della sua morte è ancora in corso. Nel frattempo, le guardie carcerarie che avrebbero dovuto sorvegliare Epstein sono state sospese.

Mistero sulla morte di Epstein

Mistero sulla morte di Epstein

TG 12:30 di giovedì 15.08.2019

 
RG/ludoC
Condividi