La cancelliera uscente Angela Merkel potrebbe adottare nuove misure restrittive (keystone)

Fiammata di casi in Germania

Oltre 53'000 casi in soli tre giorni. Il ministro della Salute Jens Spahn accusa i non vaccinati, mentre il Governo potrebbe adottare nuove restrizioni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Germania sta affrontando una "massiccia" pandemia tra le persone non vaccinate che, secondo le intenzioni del Governo rischiano di doversi preparare a restrizioni più severe per arginare un nuovo aumento delle infezioni da Covid-19 nel Paese. "La "quarta ondata" della pandemia ci sta colpendo duramente", ha detto il ministro della salute Jens Spahn in una conferenza stampa.

Mercoledì l'Istituto Robert Koch ha infatti registrato oltre 20'000 nuovi casi in solo due giorni. Preoccupa inoltre l'alto numero di decessi: 194. Tutto ciò porta l'incidenza delle infezioni in Germania ai livelli dello scorso mese di maggio. E pure nelle ultime 24 ore la situazione non è migliorata poiché l'Istituto Koch registra altri 33'949 casi di infezione e 165 ulteriori decessi.

"La quarta ondata della pandemia si sta purtroppo sviluppando come temevamo, perché non si vaccinano abbastanza persone", ha detto Lothar Wieler, presidente del Robert Koch Institute for Health Monitoring (RKI). Mentre il ministro Spahn ha aggiunto che "le persone che non vogliono farsi vaccinare sono in gran parte responsabili di questa impennata di infezioni". A questo punto non è escluso che uno degli ultimi atti al Governo di Angela Merkel sia quello di introdurre nuove e severe limitazioni per la popolazione non vaccinata.

Forte aumento dei casi anche nei Paesi Bassi, dove sono stati segnalati oltre 9'100 contagi in sole 24 ore facendo ripiombare il Paese nella situazione critica dello scorso mese di luglio.

ATS/AFP/Swing

Condividi