Fukushima, dirigenti assolti

Tre rappresentanti della TEPCO erano stati rinviati a giudizio per non aver adottato misure adeguate in grado di prevenire il disastro nucleare del 2011

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Corte distrettuale di Tokyo ha giudicato giovedì non colpevoli tre dirigenti del gestore dell'impianto di Fukushima, la Tokyo Electric Power, meglio nota come TEPCO.

 

Tutti, a vario titolo, erano accusati di negligenza per non avere adottato misure adeguate nel prevenire il disastro nucleare avvenuto nel marzo 2011, nel nord est del Giappone, in seguito alla scossa di magnitudo 9 e al successivo tsunami.

Fukushima è tristemente nota per il disastro verificatasi l’11 marzo 2011, quando l'ondata dopo il terremoto colpì la centrale nucleare, causando esplosioni e una contaminazione radioattiva dell’area. Nella catastrofe generata dal sisma morirono quasi 20'000 persone. Altre decine di migliaia hanno dovuto abbandonare la zona a causa delle radiazioni. A distanza di anni dal dramma, sono ancora migliaia le persone sfollate.

Fukushima, assolti dirigenti TEPCO

Fukushima, assolti dirigenti TEPCO

TG 12:30 di giovedì 19.09.2019

 
ATS/bin
Condividi