I soccorritori hanno lavorato per tutta la notte (keystone)

Genova, si continua a scavare

Il bilancio del crollo del viadotto sulla A10 è salito a 37 morti mentre si cercano eventuali superstiti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Si continua a scavare tra le macerie del viadotto Morandi a Genova alla ricerca di eventuali superstiti o altri corpi, mentre il bilancio delle vittime fornito dalla prefettura è salito a 37 morti, cinque ancora senza un nome, e in ospedale restano 16 feriti, 12 dei quali in gravi condizioni.

 

Le cause del disastro restano ancora tutte da stabilire e la procura di Genova ha aperto un'inchiesta per disastro colposo e omicidio colposo plurimo a carico di ignoti.

 

Autostrade per l'Italia che gestisce il tratto crollato ha parlato di una tragedia inaspettata e imprevista, rispetto ai lavori di monitoraggio del ponte. Un’affermazione credibile secondo Oliviero Baccelli, direttore del centro di ricerche in economia dei trasporti alla Bocconi di Milano, che però ritiene evidente l’infrastruttura sottodimensionata per il traffico che sosteneva da una decina di anni.

Nel corso della notte il premier Giuseppe Conte, tramite Facebook, ha annunciato un piano straordinario di monitoraggio di tutte le infrastrutture per evitare altre tragedie come questa.

Sempre su Facebook, il ministro dei trasporti Danilo Toninelli ha chiesto le dimissioni dei vertici di Autostrade per l'Italia e annunciato l'avvio delle procedure per l’eventuale revoca delle concessioni, oltre a comminare multe fino a 150 milioni di euro. "La revoca delle concessioni è il minimo che ci si possa aspettare" ha affermato il ministro degli interni Matteo Salvini in un'intervista a Radio 24.

Crollo di Genova, si scava ancora

Crollo di Genova, si scava ancora

TG 12:30 di mercoledì 15.08.2018

 

La cronaca della giornata del 14 agosto

ANSA/sf
Condividi