Nancy Pelosi e la presidente di Taiwan Tsai Ing-wen il loro colloquio mercoledì a Taipei (Keystone)

"Gli Stati Uniti al fianco di Taiwan"

La speaker della Camera americana Nancy Pelosi garantisce il sostegno di Washington alla presidente Tsai Ing-wen mentre la Cina, irritata, mostra i muscoli

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Gli Stati Uniti "non abbandoneranno il proprio impegno nei confronti di Taiwan": lo ha assicurato mercoledì la speaker della Camera degli Stati Uniti, Nancy Pelosi, nel suo intervento introduttivo tenuto nell'incontro a Taipei con la presidente Tsai Ing-wen, dopo aver ricevuto un'onorificenza per gli sforzi profusi nella collaborazione tra Washington e Taipei.

 

Tsai, da parte sua, aveva poco prima detto di ritenere Pelosi "un’autentica amica" di Taiwan, rimarcando che l'isola "è un partner affidabile degli USA" e che "nessuna minaccia militare ci potrebbe far arretrare".

La presidente ha ringraziato Nancy Pelosi per il suo sostegno ai valori democratici e ha affermato di essere impegnata a lavorare con gli Stati Uniti sulla sicurezza nello Stretto di Taiwan e nella più ampia regione Indo-Pacifica. L’esponente democratica americana, da parte sua, ha assicurato il supporto bipartisan del Congresso alla causa di Taiwan.

La visita - conclusasi con il decollo a mezzogiorno - rende Nancy Pelosi la personalità istituzionale statunitense di più alto livello a recarsi nell'isola negli ultimi 25 anni, pur avendo causato le ire della Cina che ha definito la mossa una violazione della politica della “Unica Cina” e una "interferenza inaccettabile" negli affari interni cinesi.

La capo di Stato, nel suo intervento, ha pure promesso d’approfondire cooperazione economica e resilienza della catena d’approvvigionamento con gli Stati Uniti. Taiwan non cederà di fronte alle minacce militari, ha poi assicurato la presidente Tsai Ing-wen: l'isola "non si tirerà indietro" pure nel mezzo della furia cinese, irritata dalla visita dell'importante esponente politica americana, terza carica dello Stato negli USA.

La Cina ha annunciato uno straordinario numero di esercitazioni militari aeree, navali e di tiro non lontano dall'isola. "Di fronte alle minacce militari deliberatamente accresciute, continueremo a mantenere la linea di difesa della democrazia", ha assicurato la presidente di Taiwan in merito alla prova muscolare decisa da Pechino.

Mosca critica apertamente la presenza di Nancy Pelosi

La visita della presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi a Taiwan deriva dal desiderio di Washington di dimostrare la propria impunità e illegalità: ha detto il ministro degli esteri russo Sergei Lavrov mercoledì dopo un colloquio con il ministro degli esteri birmano Wunna Maung Lwin. "Non posso dire quale sia stata la motivazione degli americani, ma non vi sono dubbi che ciò rifletta la stessa linea di cui stiamo parlando per quel che riguarda la situazione ucraina", ha affermato Lavrov.

Nancy Pelosi a Taiwan

Nancy Pelosi a Taiwan

TG 20 di martedì 02.08.2022

 
ATS/EnCa
Condividi