Il colosso del web non è l'unico gruppo sotto il controllo del fisco italiano
Il colosso del web non è l'unico gruppo sotto il controllo del fisco italiano (keystone)

Google si accorda con il fisco

Il motore di ricerca più famoso ha messo in ordine i suoi conti con le autorità tributarie italiane

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Google e l’Agenzia italiana delle entrate, autorità di tassazione, hanno raggiunto un accordo "per risolvere senza controversie le indagini di ordine fiscale relative al periodo tra il 2002 e il 2015. In aggiunta alle tasse già pagate in Italia per quegli anni, Google pagherà altri 306 milioni di euro". Lo ha indicato un portavoce di Google. Di questi 306 milioni di euro, "oltre 303 milioni sono attribuiti a Google Italy e meno di 3 milioni a Google Ireland", chiarisce l'addetto stampa.

L'accordo mette fine alla controversia sotto il profilo tributario per i reati di evasione fiscale e omessa dichiarazione dei redditi per attività praticate in Italia.

Gli uffici giudiziari della procura di Milano, coordinati da Francesco Greco, negli ultimi anni stanno portando avanti o hanno già chiuso sul piano penale  - mentre in parallelo corre quello tributario - tutta una serie di procedimenti per evasione fiscale sui colossi del web, tra cui Google e Apple appunto, ma anche su Amazon e Facebook.

ats/sdr

 
Condividi